Attività invernali in sicurezza: informiamoci per prevenire gli incidenti in montagna

elisoccorso
29/12/2016
Palmanova (UD)

Inverno, vacanze natalizie e di fine anno: binomio perfetto per effettuare escursioni sulle montagne del Friuli Venezia Giulia, in sicurezza.

Tra i compiti del sistema regionale integrato di Protezione civile regionale rientrano l’informazione alla popolazione sui rischi presenti sul territorio e il soccorso in caso di pericolo: vediamo quali accorgimenti occorre adottare per l’organizzazione delle uscite invernali, validi soprattutto nel caso in cui non vi stiate affidando ad una guida esperta, accanto ad una buona dose di prudenza, preparazione tecnica e abbigliamento ed attrezzatura tecnica adatta.

Prima di partire ricordatevi di:

  • documentarsi sulle condizioni del posto dove andrete ad effettuare l’escursione ed in particolare di quelle relative al manto nevoso, seguendo l’evoluzione del meteo e consultando il bollettino del rischio valanghe, entrambi disponibili sul sito: www.protezionecivile.fvg.it, unitamente all'eventuale stato di allerta secondo il bollettino emesso dal Centro Funzionale.
  • Informarsi sulle caratteristiche tecniche dell’itinerario che percorrerete: dislivelli, aree boscate, tratti pericolosi e sulle ore di cammino previste.

È sempre utile chiedere informazioni a guide e abitanti del posto e lasciar detto a qualcuno la vostra meta o l’itinerario da seguire. Scegliete lunghezza e difficoltà dell’itinerario in base alle vostre capacità e a quelle dei partecipanti, con particolare attenzione ai minori.

Attività quali l’alpinismo, lo scialpinismo, ma anche l’escursionismo invernale in presenza o meno di neve, con gli scarponi o le ciaspole presentano tutti rischi rilevanti, poiché si svolgono nello stesso contesto ambientale. E’ sempre bene ricordare che i rischi maggiori della montagna in inverno sono:

Freddo; Ghiaccio; Valanghe; Cadute; Congelamento; Ipotermia; Disidratazione.

In caso di necessità in Friuli Venezia Giulia, oltre al numero verde della Protezione civile regionale 800-500-300, il numero unico di chiamata è il 118: rimandiamo al sito del CNSAS - Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Regione Friuli Venezia Giulia per approfondimenti sulle modalità di una corretta comunicazione della richiesta di soccorso:

http://www.cnsas-fvg.it/richiesta-di-soccorso.html